Home > Guida > Opzioni Binarie: consigli per principianti e guida per chi inizia

Opzioni Binarie: consigli per principianti e guida per chi inizia

Le opzioni binarie rappresentano la nuova frontiera del trading online. Chi decide di investire in opzioni binarie può arrivare a collezionare guadagni che possono arrivare sino al 90% del capitale investito.
Le opzioni binarie costituiscono la base del trading online in quanto adottando una efficace strategia di Money Management sono abbastanza semplici da utilizzare, facilitate anche dal sostegno di broker, che in molti casi offrono anche il rimborso di una certa percentuale delle eventuali perdite.

Quello che occorre sapere sulla opzioni binarie

Se però rappresentano una opportunità di guadagnare soldi anche operando dalla propria abitazione, magari facendone una vera e propria professione in un momento in cui il mondo del lavoro è sempre più ripiegato su sé stesso, allo stesso tempo vanno maneggiate con estrema cautela. Chi vuole investire in opzioni binarie deve cioè cominciare col cestinare le mail nelle quali si prefigurano guadagni mirabolanti in poche ore. I guadagni si possono sicuramente fare, a patto di avere la giusta pazienza e di preparare una rete di informazioni e competenze in grado di rappresentare un vero e proprio paracadute per l’investitore.

Cosa sono le opzioni binarie

Il primo passo da fare è quello di stabilire cosa siano in realtà le opzioni binarie. Chi pensa che sotto questa dizione si celi qualcosa di spaventosamente complicato, commette un grande errore concettuale. I mercati finanziari e la borsa non sono cose fatte soltanto per chi abbia magari studiato materie economiche in qualche prestigioso ateneo. Anzi, proprio le opzioni binarie rappresentano la chiave in grado di aprire la porta  di un trading online fatto su misura proprio per chi pur non essendo in possesso di titoli accademici, voglia comunque cimentarsi in una attività di investimento. Le opzioni binarie potrebbero essere definite il trading online for dummies, rivelandosi il tramite per accostare ai mercati persone che altrimenti non avrebbero la possibilità di farlo.

Come si fa trading binario

Fare trading binario significa sostanzialmente fare una previsione sull’andamento di un asset, ad esempio una coppia di valute, il mercato azionario o le materie prime. L’opzione è detta “binaria” proprio perché le possibilità prospettate sono due: si può investire sull’ipotesi che il valore dell’asset aumenti oppure diminuisca. Il profitto, quindi, non è legato, come invece avviene nel trading tradizionale, all’andamento degli asset sottostanti in sé, ma sulla corretta previsione relativa alla salita o alla discesa del loro prezzo in previsione di una determinata scadenza.

Step by step

Per fare trading con le opzioni binarie, occorre seguire una serie di passi ben precisi:
1) scegliere un asset, ovvero una valuta (Euro, Dollaro, Yen) delle azioni (Microsoft, Google, Eni), indici azionari oppure materie prime (oro, petrolio, platino) e una scadenza, per poi inserire la propria previsione, ovvero se l’asset scelto salirà oppure perderà quota.
2) inserire l’importo che si vuole puntare (si consiglia di diversificare l’investimento, ovvero di non puntare tutto il proprio capitale su un singola operazione) e attendere che maturi la scadenza.
3) scegliere il tipo di opzioni binarie su cui investire i propri soldi.

Le tipologie di opzioni binarie che possono essere utilizzate

Una volta che abbiamo compiuto i primi due passi, occorre quindi stabilire quale tipo di opzioni binarie faccia al nostro caso. Occorre quindi cercare di capire quali siano le ipotesi sul campo. In particolare, possiamo scegliere tra:

Opzioni binarie call/put: forse è più facile capire questa tipologia traducendo in italiano, ovvero in opzioni alto/basso. Si tratta della più classica delle opzioni binarie e il principio di base è estremamente semplice: ove si pensi che l’andamento dell’asset scelto crescerà almeno sino al momento della scadenza allora occorrerà procedere all’acquisto di un’opzione Call. Nel caso contrario, sarà invece il caso di puntare su un’opzione Put. Si tratta di opzioni binarie caratterizzate da tassi di rendimento tra il 70% e l’85% dell’investimento iniziale.

Opzioni binarie one touch: si tratta di opzioni più rischiose, ma allo stesso tempo molto più remunerative rispetto alle precedenti. Anche in questo caso l’utilizzo è molto semplice: occorre infatti cercare di prevedere se il prezzo dell’asset sottostante che è stato scelto andrà a toccare una quota massima o minima stabilita dal broker, o meno. Se si tratta di una previsione più difficile da fare, in quanto il broker stabilisce dei limiti difficili da interpretare, le percentuali di rendimento sono molto allettanti, tanto da poter attestarsi tra  il 400 e il 550% del capitale iniziale.

Opzioni binarie intervallo: il successo di queste opzioni dipende dalla previsione se alla scadenza il prezzo di un asset andrà a posizionarsi o meno in un determinato intervallo di prezzi stabilito dal broker. Anche in questo caso siamo di fronte ad opzioni abbastanza rischiose, ma meno rispetto a quelle one touch, come del resto dimostrano gli introiti derivanti, che sono comunque tra il 200 e il 350%.

Opzioni binarie 60 secondi: come si può facilmente comprendere si tratta di aprire e chiudere un’operazione nell’arco di un solo minuto. Si tratta di un tipo di trading ideale per chi abbia grande capacità di concentrazione e voglia limitare il suo impegno giornaliero. In un’ora è quindi possibile, teoricamente aprire sino a 60 operazioni. Stiamo parlando quindi di un trading estremamente frenetico, in cui l’adrenalina è destinata a salire notevolmente. Allo stesso tempo aumenta in maniera esponenziale il rischio proprio perché in archi temporali così ristretti il mercato può raggiungere picchi di volatilità destinati a smorzarsi nel corso di una intera giornata.

Non solo vantaggi

Come abbiamo visto le opzioni binarie sono semplici da maneggiare. La facilità di utilizzo potrebbe però ingenerare la sensazione che si tratti di un gioco da ragazzi, mentre nella realtà non è così, anzi, il trading online va affrontato come attività ad alto rischio e trattato di conseguenza. Il modo migliore di farlo è approntare le giuste strategie e cercare di impadronirsi delle tecniche in grado di limitare al massimo le eventuali perdite e, magari, porre un freno quando il guadagno sembra infinito. Non lo è, e pensare che possa esserlo predispone ad una sconfitta catastrofica.

Articoli interessanti

Top