Home > Guida > Opzioni Binarie: come non perdere e limitare le perdite con le opzioni binarie

Opzioni Binarie: come non perdere e limitare le perdite con le opzioni binarie

Nel trading binario non sempre è possibile guadagnare, come sanno i trader più accorti. Quando le cose volgono al peggio, occorre cercare di limitare le perdite con le opzioni binarie, approntando una rete di sicurezza in grado di ammorbidire un impatto che può altrimenti rivelarsi molto brusco, sino a prosciugare interamente il capitale investito.
Chi pensa che operare con le opzioni binarie sia una passeggiata di salute al termine della quale il proprio conto in banca ne uscirà naturalmente rinsaldato, compie una grande errore di valutazione che andrebbe assolutamente evitato.

Come limitare le perdite con le opzioni binarie

Il trading online è un’attività finanziaria e come tale presuppone dei rischi. Per minimizzarli, occorre pensare a come limitare le perdite con le opzioni binarie e adeguare il proprio operato a regole minime di prudenza.

Come limitare le perdite con le opzioni binarie

Va naturalmente precisato come il trading binario comporti un rischio assolutamente inferiore rispetto a quello prospettato da altre attività di investimento e trading. Allo stesso tempo il pericolo è sempre presente, a causa della naturale volatilità dei mercati. L’importante è essere cosciente del pericolo e, quindi, comportarsi in modo da non prestare il fianco ad un improvviso mutamento di trend. Va anche aggiunto come il buon trader non sia quello che non rischia, magari rimanendo a lungo inattivo in attesa di una occasione, ma quello in grado di calcolare i pericoli e di limitare di conseguenza le possibili perdite.

Occorre partire dal Money Management

La cosa migliore che un trader può fare per limitare le perdite con le opzioni binarie è quella di ricorrere al Money Management, ovvero ad una sana gestione del capitale a propria disposizione e ad una allocazione delle risorse adeguata alla bisogna.
In conseguenza di ciò la parola d’ordine diventa “diversificare”: occorre cioè dividere l’investimento che si vuole attuare in più operazioni, in modo che l’eventuale perdita di una possa essere compensata dal successo delle altre. Va peraltro ricordato che una operazione in perdita può addirittura essere compensata dal rimborso offerto da alcuni broker. Il migliore sotto questo profilo è Bbinary, che arriva a compensare l’80% delle perdite accumulate nel corso delle proprie operazioni.

Scegliere il broker giusto è molto importante

Non andrebbe poi dimenticato come sia molto importante scegliere il broker giusto. Una esigenza che parte dalla necessità di evitare truffe e che può essere facilmente realizzata rivolgendosi a piattaforme munite delle necessarie autorizzazioni. In Italia a rilasciarle è la Consob, mentre la più nota in assoluto è la CySec, l’autorità di vigilanza della borsa cipriota. Oltre a rilasciare licenze, questi organismi vigilano anche sulle operazioni dei broker, sincerandosi che, ad esempio, non utilizzino i soldi degli investitori per scopi impropri.

Evitare le fasi laterali

Il modo migliore di limitare le perdite con le opzioni binarie, è però quello di evitare investimenti nei momenti di turbolenza del mercato, quando cioè non si riesca a capire ove esso si stia dirigendo. Ove il mercato abbia un trend ben definito, sia esso rialzista o ribassista, il rischio è di conseguenza basso. Un crollo è difficile che inverta la sua tendenza nel giro di una trentina di minuti e quindi consente di fare profitti senza eccessivi rischi.
E’ invece assolutamente da evitare la classica situazione di mercato laterale, in quanto in queste occasioni il rischio si alza su soglie che sconsigliano l’investimento per i trader meno esperti. In questi casi è meglio staccare e attendere una schiarita all’orizzonte.

Aprire posizioni con il minimo richiesto

Se proprio non si riesce ad evitare l’ebbrezza del rischio o ci si vuole confrontare con un mercato meno placido, la cosa migliore consiste però nell’aprire posizioni con il minimo richiesto dal broker. A questo proposito va ricordato come Bbinary consenta di inaugurare posizione a soli 5 euro, mentre OptionWeb e TopOption si attestino a dieci. In questo modo si potrà limitare la perdita e trarre comunque profitto dalla lezione che deriva da ogni operazione non andata a buon fine, sapendo che solo chi non fa non sbaglia mai.

La cosa migliore è sempre iniziare in modalità demo

Altro accorgimento teso a limitare le perdite con le opzioni binarie è quello di saggiare il proprio livello di preparazione con un conto demo. Dopo aver cercato di rifinire la propria preparazione con gli strumenti teorici messi a disposizione dal broker, arriva il momento in cui occorre iniziare a mettere in pratica ciò che si è appreso. Una cosa è però farlo con risorse proprie e ben altra è operare in una modalità in cui le operazioni simulino la realtà, ma le perdite siano fittizie. E’ quello che succede con il conto demo messo a disposizione dalla piattaforma cui si è deciso di affidare il proprio capitale.

La prudenza è la base per non andare incontro a bagni finanziari

Naturalmente oltre a quanto è già stato detto sin qui, occorre ricordare come trattandosi di un’attività finanziaria, il trading binario va affrontato con una certa prudenza, evitando di pensare che il guadagno sia una cosa scontata, in quanto esso diventa possibile solo muovendosi con la giusta prudenza e lungimiranza.

Articoli interessanti

Top