Home > Guida > Truffe e fregature in opzioni binarie: attenzione

Truffe e fregature in opzioni binarie: attenzione

Le opzioni binarie sono una realtà in crescita e in grado di offrire opportunità di guadagno a chi abbia tempo e talento da investire, oltre a soldi che si intende magari far fruttare senza tenerli in banca a perdere valore d’acquisto.
Allo stesso tempo, va però rilevato come esse diano spunto ad alcuni soggetti per mettere in campo attività al minimo opache, se non apertamente fraudolente. Proprio per questo occorre agire con il massimo di discernimento per cercare di evitare truffe e fregature in opzioni binarie.

truffe e fregature in opzioni binarie

Non farlo, significa esporsi ad ulteriori rischi, oltre a quelli già presenti sul mercato.

Truffe e fregature in opzioni binarie: attenzione al broker!

Per evitare truffe e fregature in opzioni binarie, la prima cosa che occorre fare è scegliere il broker adatto. Non tutte le piattaforme presenti sono infatti affidabili, un fenomeno che ha peraltro allontanato molti possibili utenti dal trading online in questi anni. Non sono rare le segnalazioni di comportamenti discutibili o del tutto truffaldini come l’utilizzo improprio dei soldi messi sul proprio conto dai trader, il rifiuto di fronte alla richiesta di prelievo dallo stesso, o l’addebito sulla carta di credito dei clienti senza il loro consenso.

Come scegliere il broker

Per evitare truffe e fregature in opzioni binarie, occorre quindi scegliere un broker che garantisca da tali inconvenienti. Come fare? La prima cosa da fare sarebbe informarsi in modo esauriente sui forum di discussione e sui siti che trattano di opzioni binarie, ove possono essere reperiti i giudizi sulle varie piattaforme.
Il secondo passo, non meno importante del primo, è restringere la scelta ai broker regolamentati, ovvero quelli che godono di licenza CySec, l’autorità cipriota che sovrintende alle attività finanziarie di questo genere. Per poter ottenere una licenza simile, il broker deve dimostrare la sua rispondenza alla direttiva MiFid, emessa a livello continentale al fine di delineare una serie di paletti in tal senso.

L’informazione è il miglior antidoto

Il miglior antidoto a truffe e fregature in opzioni binarie è comunque l’informazione. Non sempre è il broker a provocare una perdita di soldi, in quanto a volte basta l’imprudenza di trader magari attratti dalle mirabolanti promesse di guadagni facili e immediati contenuti nelle mail arrivate nella loro casella di posta elettronica. Molti utenti in effetti non sono coscienti dei rischi insiti nel trading binario e non adottano le contromisure più adeguate. Il fatto di non dichiarare i rischi in questione nelle pubblicità da parte dei broker è peraltro stato stigmatizzato dal French Stock  Market Regulator – AMF, senza però che nulla sia cambiato.

Joel Ward e Russell Cline: per non dimenticare

Quando si parla di truffe e fregature in opzioni binarie non si può fare a meno di ricordare i nomi di Joel Ward e Russell Clyne. Il primo era un vero e proprio guru del Forex e un teorico dell’etica, prima di essere pescato con le mani nel sacco, avendo in pratica derubato oltre 15 milioni di dollari ai suoi clienti.
Russell Cline era invece noto per gli alti ritorni di investimento promessi ai clienti, prima di perdere tutto il capitale a lui affidato.

Attenzione ai termini e condizioni di contratto

Se si vuole evitare di incappare in truffe e fregature in opzioni binarie, una delle prime cose che occorre fare è prestare attenzione quando si va a firmare un contratto. Molti broker, anche tra i più osannati, sono infatti soliti utilizzare una terminologia oscura e confusa, che può porre le basi per vere e proprie truffe. Comportamenti di questo genere sono stati notati soprattutto in ordine al problema dei prelievi dal proprio conto, spesso negati prendendo a pretesto condizioni difficilmente interpretabili.

Articoli interessanti

Top