Home > Guida > VIX: indice di volatilità del prezzo: come si usa per le opzioni binarie

VIX: indice di volatilità del prezzo: come si usa per le opzioni binarie

La turbolenza dei mercati obbliga i trader a utilizzare una serie di strumenti tecnici in grado di aiutare ad interpretare le situazioni e i trend in via di formazione.
Tra di essi va ricordato l’Indice VIX di Volatilità detto anche Chicago Board Options Echange Volatilty Index.

Operatori di borsa

Nei mercati finanziari globali esso rappresenta il valore medio del premio che i trader sono disposti a pagare per comprare o vendere azioni.

Indice VIX di volatilità: come usarlo

Se volessimo essere ancora più precisi nella definizione del VIX, dovremmo affermare che esso va a misurare il prezzo che gli operatori sono disposti a pagare al fine di assicurarsi la facoltà (ma non l’obbligo) di scommettere al rialzo e al ribasso sull’indice S&P 500.
Va anche puntualizzato come il termine premio nel trading di opzioni riveste un significato del tutto analogo al premio assicurativo, andando a rappresentare in pratica il rischio che gli investitori sono disposti a sostenere al fine di poter negoziare differenti tipologie di opzioni sui mercati finanziari. Allo stesso tempo, un rischio elevato viene associato a premi più alti, mentre il suo calando comporta un abbassamento dei premi. Il VIX segue un comportamento analogo: sale quindi in corrispondenza di un aumento del premio su determinate opzioni per poi flettere nel caso opposto.

Come si forma

L’Indice di Volatilità viene considerato un indicatore per il semplice motivo di rappresentare in fondo il culmine delle molteplici transazioni avvenute sui mercati finanziari globali. Il valore del VIX viene in effetti desunto dal valore totale di tutti i prezzi delle opzioni e gli investitori lo utilizzano in modo da poter infine determinare se i premi pagati dagli investitori per vendere o comprare l’indice Standard&Poor (S&P) 500 siano alti oppure bassi. Va anche ricordato come dal 2004 siano trattati anche contratti futures sul Vix.

Indice Vix di Volatilità nelle opzioni binarie

Chi investe in opzioni binarie usa in pratica l’indice VIX come misura della tendenza rialzista o ribassista in atto sul mercato in rapporto all’indice S&P 500. Nel trading di opzioni binarie, l’indice VIX può rivelarsi utile in quanto può offrire indicazioni generali sulla volatilità correlata alle operazioni put e call quando il prezzo dell’asset sottostante coincide con il prezzo di esercizio (strike price). In parole più semplici sta ad indicare la somma che il trader è tenuto a pagare ove intenda acquistare le opzioni at the money.
Va poi specificato che la volatilità dei mercati riflette l’andamento dell’indice S&P 500 su base annua. Nel caso perciò in cui l’indice VIX sia al 9%, vorrebbe dire che il mercato prevede un movimento dei prezzi del 9% su base annua o dell’0,75% su base mensile.
Di solito l’indice Standard and Poor’s 500 tende a scendere in corrispondenza di un mercato ribassista, con il risultato di un aumento dell’indice VIX, mentre un suo incremento viene associato a un a fase di ribasso, tale da provocare una contrazione dell’indice VIX, oltre che un conseguente shock sui mercati.

Cos’è la volatilità?

La volatilità viene indicata come il tasso al quale il prezzo di un certo bene sottostante scelto dal trader si muove. Un titolo distinto da una elevata volatilità ha grandi fluttuazioni di prezzo rispetto ad un titolo con bassa volatilità. Più sono rapidi i mutamenti di un prezzo, più esso è volatile. Proprio per questo motivo, la volatilità viene spesso utilizzata come misura del rischio.

La relazione tra indice VIX e Standard&Poor’s 500

Come abbiamo già potuto vedere, esiste una relazione inversa fra indice Standard&Poor 500 e indice VIX, ovvero ad un incremento dell’indice Standard and Poor’s 500 corrisponde tendenzialmente una diminuzione dell’indice VIX, e viceversa. Nel trading di opzioni binarie si può utilizzare tale relazione inversa al fine di prevedere il movimento dei prezzi delle azioni delle 500 società più grandi presenti sul mercato e quindi operare le proprie mosse.

Articoli interessanti

Top