Home > Strategie Trading > Strategie opzioni binarie 60 secondi

Strategie opzioni binarie 60 secondi

Le opzioni binarie 60 secondi sono una particolare forma di investimento, nata con intenti puramente speculativi. A caratterizzarle è appunto il tempo ristretto in cui avviene la contrattazione, che comporta quindi riflessi molto pronti, sangue freddo e una grande capacità di analisi nel breve periodo.

Strategie opzioni binarie 60 secondi

Proprio la loro particolare natura impone strategie opzioni binarie 60 secondi in grado di cogliere l’occasione al volo, la quale non è assolutamente da disprezzare, considerato che il ritorno in caso di esito positivo si aggira tra il 70 e il 75% del capitale investito.

Cosa sono le opzioni binarie 60 secondi

Quando si decide di investire una parte del proprio capitale in una opzione binaria 60 secondi, occorre semplicemente formulare un previsione sul movimento del prezzo di un asset a scelta, entro una scadenza appunto fissata in 60 secondi. Il guadagno che se ne può trarre viene desunto dalla percentuale di Payout, mentre le perdite sono limitate alla sola cifra investita e non possono andare oltre, come succede invece nel Forex o quando si contrattano azioni. Va poi sottolineato come alcuni broker assicurino un parziale rientro dalla perdita, rimborsando una cifra che si aggira intorno al 10 o 15% del capitale investito.

Strategie opzioni binarie 60 secondi con l’oscillatore RSI

Tra le strategie opzioni binarie 60 secondi una delle più comuni è è quella tesa a combinarle con l’oscillatore RSI.  Gli oscillatori sono strumenti delegati all’individuazione di una perdita di forza del trend in atto, prima che essa si rifletta sul proprio grafico di prezzo. Come si può comprendere, si tratta di uno strumento molto importante in quanto conoscendo in anticipo il comportamento del mercato, si può investire di conseguenza.
RSI è l’acronimo di Relative Strenght Index e misura la forza relativa di un valore in un determinato periodo di tempo scelto a discrezione dal trader, rappresentando una linea che si muove tra 0 e 100.

In questo caso occorre prendere in considerazione solo 2 aree:

  • se la linea dell’oscillatore si posiziona al di sopra di 70, ci troviamo in una area di ipercomprato e occorre quindi acquistare l’opzione Put;
  • ove si stabilisca al si sotto di 30, ci troviamo in una fase di ipervenduto, rendendo necessario puntare sull’opzione Call.

Strategie opzioni binarie 60 secondi: quali altri indicatori tecnici si possono utilizzare?

Le strategie opzioni binarie 60 secondi, prevedono naturalmente altri possibili accorgimenti. Molti addetti ai lavori, infatti, sono concordi nel ritenere che nel caso di investimenti di questo genere si possano utilizzare altri indicatori tecnici e, in particolare:

  1. Le bande di Bollinger settate a 20 periodi con 2 di deviazione standard;
  2. il Fisher transform a 10 periodi;
  3. le Bande di Bollinger a 20 periodi con 2 deviazioni standard su Fisher transform;
  4. il Directional Movement (+DI – DI) sul Fisher transform

Consigli per approfittare al meglio delle strategie opzioni binarie 60 secondi

Va poi sottolineato come per sfruttare al meglio le strategie opzioni binarie 60 secondi occorre seguire una serie di accorgimenti. In particolare sarebbe consigliabile evitare un carico eccessivo di lavoro e fermarsi ad un target di guadagno o perdita prefissati in partenza da un piano di trading. Andare oltre esporrebbe al pericolo di un sovraccarico che potrebbe infine avere conseguenze negative sul proprio commercio.

Esistono molte altre strategie

Naturalmente sin qui abbiamo ricordato solo la strategia che prevede l’utilizzo dell’indicatore RSI, ma si potrebbero mettere in campo altre strategie come la Bungee, oppure utilizzare Stop Parabolic e Reverse, o ancora l’indicatore SMA (Simple Moving Average). La cosa realmente importante è che prima di utilizzare strategie opzioni binarie 60 secondi il trader abbia acquisito le basi necessarie per non esporsi ad un rischio troppo elevato. Si consiglia anche di fare pratica con un conto demo fornito dal proprio broker, in modo da testare sul campo, ma senza rischiare i propri fondi, la strategia elaborata.

Articoli interessanti

Top